• di Lino Rialti

270mila imprese rischiano la chiusura



Potrebbero essere 270mila le saracinesche di negozi e servizi in Italia a non riaprire.


Questi dati terribili, riguardanti il rischio di una chiusura definitiva di un numero impressionante di imprese, sono stati comunicati, dopo la loro elaborazione dal Centro Studi di Confcommercio.


Si tratterebbe di una "stima prudenziale che potrebbe essere anche più elevata perché, oltre agli effetti economici derivanti dalla sospensione delle attività, va considerato anche il rischio, molto probabile, dell'azzeramento dei ricavi a causa della mancanza di domanda e dell'elevata incidenza dei costi fissi sui costi di esercizio totali che, per alcune imprese, arriva a sfiorare il 54%. Un rischio che incombe anche sulle imprese dei settori non sottoposti a lockdown". Questo l'avvertimento dell'associazione di categoria.


Sono circa due milioni e settecentomila le imprese nel commercio, nel dettaglio non alimentare, nell'ingrosso e nei servizi e la stima di Confcommercio è che circa il 10% di queste siano sotto un forte stress che le potrebbe portare facilmente alla chiusura, o meglio alla non riapertura, visto che molte di queste hanno ancora le saracinesche abbassate.


Tra i più colpiti: gli ambulanti, i negozi di abbigliamento, gli alberghi, i bar e i ristoranti e le imprese legate alle attività di intrattenimento e alla cura della persona.


Le perdite maggiori si dovrebbero avere tra la macrocategoria dei professionisti, dove è atteso un impressionante calo di quarantanovemila unità.


Le aziende più piccole, le cosiddette microimprese, sono quelle in assoluto più traballanti e solo un decremento di fatturato del 10% potrebbe portarle alla morte.


Le prospettive non sono per nulla rosse se è vero come è vero che a fronte del crollo del fatturato di questo inizio 2020, il deterioramento del tessuto socio-economico, lascia poche speranze. E' qui che si dovrebbe inserire l'azione ristoratrice dello Stato che dovrebbe far sentire la sua presenza e dovrebbe prestare il necessario sostegno.





#commercio #crisi #Covid19 #coronavirus #imprese #confcommercio #chiusura #saracinesche #abbassate

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.