• di Lino Rialti

Covid: a rischio 420 mila posti di lavoro


Nuovo allarme della Confcommercio: sono a rischio 420 mila posti di lavoro e rischiano la chiusura 270 mila aziende. La pandemia ed i suoi effetti rischiano, se non contrastati, di essere devastanti anche per la stabilità economica del nostro Paese.


A rischio le imprese di commercio e e turismo: il 10% del totale, da qui la cifra delle 270 mila saracinesche che rischiano di non risalire e, tra titolari e dipendenti di queste piccole e micro- imprese, le persone che potrebbero perdere l'occupazione è la cifra citata si 420 mila lavoratori.


Questi numeri, pubblicati dal Centro Studi di Confesercenti e pubblicati due giorni fa, ma che oggi sono stati ribaditi da Enrico Postacchini, membro di Giunta di Confcommercio, in una audizione alla Commissione Industria del Senato.

Confcommercio ha chiesto interventi immediati a ristoro delle perdite subite. "Gli operatori hanno perso la pazienza - ha detto Postacchini - non hanno visto nulla oltre ai 600 euro".


"La stagione turistica sarà tutta in perdita", questo l'altro punto cardine ribadito da Postacchini che, riferendosi alla fine dell'emergenza sanitaria, ha ribadito che "ci sarà il problema di riempire le stanze degli alberghi". Infatti "potrà andare in vacanza, ad esclusione di chi ha le seconde case, solo il 20% degli italiani" ha concluso Postacchini.


Nel settore turistico, a causa dell'emergenza da Covid-19, le perdite potrebbero essere di 120 miliardi da qui a fine 2020.

#crisi #hotel #albergo #turismo #commercio #confcommercio

8 visualizzazioni0 commenti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.