• di Lino Rialti

Decreto Rilancio: arriva il Green Deal


Arriva il Green Deal italiano grazie al decreto Rilancio. Il perno è il superbonus del 110% per l'efficentamento energetico e per l'adeguamento antisismico. Certo, ad una prima lettura del dl, c'è ancora molto da fare e soprattutto da semplificare nelle prpocedure, ma a questo punto, cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno.


Intanto attendiamo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e la sua conversione in legge dello Stato per poter dare un giudizio definitivo.


Il dl Rilancio, col suo bilancio faraonico di 55 miliardi (in deficit) è pari a due manovre finanziarie e coprendo "tutto lo scibile umano", diciamo meglio, tantissimi argomenti dove va ad intervenire, appare sicuramente complesso ed intricato.


La certezza è quella che, nonostante siamo arrivati ad oltre 80 miliardi di provvedimenti, dall'inizio della pandemia, nulla sembra adeguato a frenare l'emorragia economica in corso col suo sintomo classico del calo del Pil stimato al -9,5% quest’anno. Ma alcuni provvedimenti contenuti nella norma, in primis il superbonus al 110% per efficienza energetica e adeguamento antisismico, vanno sicuramente nella giusta direzione. Sia economicamente che dal punto di vista della sostenibilità ambientale, questo green new deal italiano sembra vedere la luce e speriamo possa crescere forte in modo da fortificare la nostra sgangherata economia.


Il superbonus consiste in una detrazione nella misura del 110% delle spese sostenute tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 per gli interventi volti ad incrementare l’efficienza energetica degli edifici, chiamato Ecobonus, la riduzione del rischio sismico, il Sismabonus e per interventi ad essi connessi relativi all’installazione di impianti fotovoltaici e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.


Il punto di forza di questi provvedimenti è costituito dalla modalità di erogazione: al posto della detrazione, il contribuente potrà scegliere per un contributo sotto forma di sconto in fattura da parte del fornitore, che potrà recuperarlo sotto forma di credito di imposta cedibile ad altri soggetti, comprese banche e intermediari finanziari, ovvero per la trasformazione in un credito di imposta.


Un meccanismo diverso e completamente nuovo rispetto ai già esistenti Ecobonus e Sismabonus, e, proprio per questo si dovrà attendere la sua applicazione per poterne giudicare le effettive caratteristiche e la sua efficacia.


Il segretario del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro ha dichiarato che "l’Ecobonus e il Sismabonus, attualmente al 65 e al 50%, passano entrambi al 110% Un superbonus rivoluzionario perché consentirà di ottenere anche lo sconto in fattura, quindi senza alcun esborso economico da parte dei cittadini, e per la prima volta sarà cedibile a fornitori o a terzi, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari, per l’intero ammontare dei lavori effettuati. Con il superbonus al 110% vogliamo consentire a tutti i cittadini di rendere più efficienti e sicure le proprie abitazioni a costo zero, traghettando l’Italia in un futuro sempre più sostenibile che abbiamo in prestito dalle prossime generazioni».


Altro punto nodale del green deal, il cosiddetto Bonus Bici. Con 120 milioni di fondi del ministero dell’Ambiente e alla collaborazione con il Mit viene introdotto il Bonus Bici che "consentirà – ha dichiara il ministro Costa - ai cittadini di acquistare una bici, classica o a pedalata assistita, o un monopattino ottenendo un contributo fino a 500 euro e al 60% del costo".


Sempre nella giusta direzione lo stanziamento di 1,4 miliardi di euro per la ricerca scientifica e, finalmente, per la assunzione di 4.000 ricercatori universitari e di altri enti pubblici di ricerca.

Una macchia nera la si vede di lontano: il rinvio al 1° gennaio 2021 della plastic tax e della sugar tax.


Comunque, tornando a vedere i lati positivi, incentivi di 500 euro per la rottamazione di motorini euro 2 e 3 se a due tempi. Incentivazioni anche sulla rottamazione di auto per 1500 euro. Restano ancora, perché non esaurite, le misure per l'incentivazione dell'acquisto delle auto elettriche ed ibride, soprattutto se plug-in.


Attendiamo la conversione in legge per vedere se sia possibile qualche miglioria al testo che però già sembra di svolta rispetto a quanto fatto sin d'ora.



#greendeal #greennewdeal #dl #dlrilancio #incentivi

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg