• di Lino Rialti

Dai balconi, lenzuoli contro la mafia


Quest'anno, più che mai, è importante il giorno dei "lenzuoli ai balconi", infatti non possono essere fatte manifestazioni pubbliche ma è vitale far vedere che è forte il sentimento di unità e coesione contro il crimine organizzato, contro tutte le mafie.


Infatti anche dalle finestre e dai balconi delle sedi istituzionali potremo vedere calate le lenzuola. Oggi, causa coronavirus, solo spettacoli in streaming e incontri a distanza. Anche a Palermo verrà ricordato, senza cortei e manifestazioni, l'attentato di Capaci che 28 anni fa costò la vita a Giovanni Falcone, alla mogli Francesca Morvillo e a tre uomini della scorta, Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo e Vito Schifani.

Ore 17, 58 del 23 maggio 1992, la strage di Capaci


Non si può allentare l'attenzione, sono tantissimi i segnali della presenza costante della mafia anche nella sua dimensione economica, un esempio per tutti: con il lockdown ed il conseguente fermo delle fabbriche sono ripresi i roghi nella terra dei fuochi, segno tangibile che la mafia esiste e come un virus è sempre in agguato pronta a riappropriarsi del territorio lasciato incustodito. Altra testimonianza, una nuova confisca di beni per oltre 150 milioni a un imprenditore di Cinisi, Andrea Impastato, prestanome di Bernardo Provenzano e Salvatore Lo Piccolo. Una confisca sostanziale che acquista un valore simbolico imponente perché avvenuta alla vigilia dell'anniversario della strage di Capaci. Lo Stato c'è ed è forte, questo deve essere il segnale.


Un rogo in Campania nella zona denominata "Terra dei Fuochi"


"Il mio balcone è una piazza", questo lo slogan della campagna della società civile lanciata dopo l'attentato del 1992, nata per l'impegno della Fondazione Falcone e di #PalermochiamaItalia.


Quest'anno i lenzuoli verranno appesi, a Palermo, anche nelle sedi della Questura, della Prefettura, del Comune, di villa Pajno residenza del prefetto, della Cgil e di palazzo Gulì, sede del "No Mafia Memorial".


Il Centro Siciliano di Documentazione intitolato a Giuseppe Impastato esporrà un lenzuolo per le vittime di Capaci e uno per i medici e gli infermieri morti mentre fronteggiavano il Covid. La rete internet permetterà un evento importante: l'incontro con i giovani e le scuole nell'aula bunker dell'Ucciardone. Ma tantissimi gli eventi virtuali e sui social. Per non dimenticare, per restare uniti, uniti contro le mafie.



#lenzuoli #lenzuola #balconi #mafia #lenzuolidaibalconi

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg