• di Lino Rialti

Covid-19: 6,5 milioni di casi nel mondo


La Covid-19 non sembra arrestare, soprattutto in certe parti del mondo, la sua folle e triste corsa.


Il numero di casi, globalmente, ha superato i 6,5 milioni, lo comunica l'università americana John Hopkins. I numeri esatti ad oggi sono: 6.511.696 contagiati e 386.073 decessi, 2.807.420 i guariti.


In America, gran parte dei casi attuali: con il Brasile che registra un picco 1.349 decessi in un solo giorno, lì il otale dei morti è arrivato a 32.548.


Il Brasile risulta il quarto Paese al mondo con il maggior numero di morti dopo Usa, Regno Unito e Italia.


L'Agenzia Nazionale stampa associata (ANSA) ha raccolto ed elaborato i dati provenienti dall'America latina, dove sembra inarrestabile l'avanzata del Coronavirus. Nelle ultime 24 ore i contagi hanno raggiunto quota 1.136.034 (+46.555) ed i morti sono stati 56.426 (+2.195). In testa alla classifica è sempre il Brasile che ha accumulato 584.016 contagiati (+46.555), ossia la metà di quelli esistenti in tutta la regione, e 32.548 morti (+2.195). In seconda posizione, anche se distante, il Perù con 178.914 contagi e 4.894 morti, seguito dal Cile (113.628 e 1.275). Fra le nazioni con più di 5.000 contagi si posizionano poi Messico (97.326 e 10.637), Ecuador (40.966 e 3.486), Colombia (33.354 e 1.045), Repubblica Dominicana (18.040 e 516), Argentina (19.268 e 583), Panama (14.095 e 352), Bolivia (10.991e 376), Guatemala (5.586 e 123) e Honduras (5.527 e 225).


Povertà ed assenza dello stato sociale sono alla base della massiccia diffusione della pandemia in atto. In molte zone delle megalopoli brasiliane ma anche in Venezuela ed in ogni altro paese sud americano, esistono baraccopoli, dove anche l'acqua corrente è spesso ancora un miraggio, assenza del sistema fognario e precarietà alimentare fanno il resto. Forse è veramente arrivato il momento di cambiare la nostra visione economica. La crescita senza regole e senza etica, come il modello in uso fino ad ora, prevede sempre che da qualche parte ci siano intere fasce delle popolazioni emarginate e sfruttate. Questo sistema non regge più. Se non lo cambiamo ci travolgerà attraverso i cambiamenti climatici e questo tipo di pandemie che diventeranno sempre più frequenti.


#Covid19 #pandemia #latinoamerica #americalatina #sudamerica #dati #ANSA #JohnHompkins

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.