• di Lino Rialti

Arriva il sostegno alla famiglia


Era uno dei punti nodali, importanti tra quelli allo studio, per permettere al nostro Paese di ripartire ed è arrivato. Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al cosiddetto "Family Act". Una visione soprattutto al femminile, sostegno alle mamme e lavoro agile per le donne.


Conte, nel presentare il provvedimento ha detto: "Abbiamo approvato in Cdm il Family act, per sostenere la genitorialità, contrastare la denatalità, favorire la crescita dei bambini e giovani e la conciliazione della vita familiare con il lavoro, soprattutto femminile. Devo a Bonetti e Catalfo l'impegno per portare a compimento questo importante provvedimento".


Considerata la forte denatalità, non più compensata nemmeno dalle nascite dei figli degli immigrati che hanno, anche loro, quasi smesso di fare figli, sempre a causa della crisi, lo spirito di questo provvedimento tenta di invertire la tendenza sostenendo la genitorialità riconoscendo la funzione sociale ed educativa delle famiglie, Attraverso i provvedimenti che sotto descritti il Governo tenta di regalare una "crescita armoniosa dei bambini" ed "investire sul protagonismo giovanile", nonché "favorire la conciliazione della vita familiare con il lavoro", in particolare quello femminile.


ASSEGNO UNIVERSALE Sarà mensile e spetterà dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del diciottesimo anno di età di ciascun figlio. In una situazione di disabilità decadono i limiti d'età e l'assegno verrà corrisposto senza limiti e con una maggiorazione del 20%.


CONGEDI PARENTALI Verrà concesso un periodo minimo di congedo non inferiore ai due mesi non cedibile all'altro genitore per ciascun figlio. E' stato introdotto un congedo obbligatorio non inferiore a 10 giorni lavorativi per il padre lavoratore nei primi mesi di nascita del figlio, a prescindere dallo stato civile o di famiglia del genitore lavoratore. Ci saranno 5 ore di congedo retribuito all'anno per i colloqui con i professori.


INCENTIVI AL LAVORO FEMMINILE Nel provvedimento è prevista una indennità integrativa del 30% della retribuzione per le madri lavoratrici erogata dall'Inps. Questa cifra sarà corrisposta nel periodo in cui le madri rientrano al lavoro dopo il congedo obbligatorio. Sono state ampliati i criteri per la deducibilità delle spese per la baby sitter tenendo conto, però, dell'Isee. E' stato predisposto un criterio non punitivo di modulazione graduale della retribuzione percepita dal lavoratrice nei giorni di astensione nel caso di malattia del figlio. Sono stati studiati incentivi per i datori di lavoro che applichino il lavoro flessibile oltre a prevedere la semplificazione del lavoro agile ai genitori di figli infra-quattordicenni. E' stato implementato un fondo di accompagnamento biennale per nuove start up al femminile riservando una quota del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese.


AUTONOMIA E PROTAGONISMO GIOVANILE Detrazioni fiscali delle spese sostenute per l'affitto dell'appartamento e l'acquisto di libri universitari per ogni figlio maggiorenne a carico, iscritto all'università. Agevolazioni fiscali per il sostegno alle giovani coppie, se entrambi i soggetti di età non superiore a 35 anni, con agevolazioni fiscali, per l'affitto della prima casa.


INFANZIA E' stato predisposto un buono per il pagamento delle rette degli asili nido e altri servizi per l'infanzia nonché l'assegno di natalità.


Una serie di provvedimenti pesanti ed articolati che supporteranno le famiglie in questo periodo di ripartenza. Provvedimenti strutturali e non a spot, che rendono possibile pianificare la propria vita assieme a quella di chi ci sta accanto e, per chi è nelle condizioni adeguate, anche di pianificare la nascita di un figlio.


#Sostegnoallafamiglia #FamilyAct #fondi

4 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.