• Lino Rialti

Covid: via al passaporto e l'India sorprende




E' questione di poco tempo ed il passaporto vaccinale, in Svezia e Danimarca, vedrà il la luce.


Infatti in Svezia ed in Danimarca verrà introdotto una sorta di passaporto che certificherà l'avvenuta inoculazione del vaccino contro il Covid-19. Con questo passaporto, una specie di lasciapassare, di salvacondotto, ci si potrà muovere liberamente, lavorare in gruppo, uscire senza restrizioni, entrare in musei, ristoranti e, insomma, tornare a fare una vita "normale". Altri Stati membri europei spingono per l'introduzione a livello comunitario di questo documento che è al vaglio della Commissione e permetterebbe il ritorno alla circolazione man mano che il numero delle inoculazioni crescerà potendo permettere la ripartenza anticipata delle attività economiche al palo da troppo tempo.


Nel frattempo, in India scienziati ed esperti di epidemiologia hanno notato un evento clamoroso: i contagi sono in controtendenza, nonostante siano 1,4 i milioni di persone che la popolano, ogni giorno si ammalano meno di 10.000 cittadini, da qualche settimana si è infatti invertita la curva pandemica dei contagi.


Dopo un primo picco, il virus sembra retrocedere. Varie ipotesi sono state formulate e sono i corso di verifica. Si ipotizza che il sistema immunitario di molta parte della popolazione indiana sia idoneo ad una risposta forte al nuovo Coronavirus. In effetti in quella popolazione circolano malattie come la febbre Dengue, la malaria, l'epatite, il tifo ed il colera da sempre, sono infatti malattie endemiche ed una certa selezione è avvenuta nel corso del tempo di già.


In India, poi, in una gran parte del continente, il clima è caldo o caldissimo e la vita si svolge molto all'aria aperta. C'è poi un particolare, la polizia indiana ha insegnato con le "buone maniere" alla popolazione l'uso della mascherina ed il mantenimento delle distanze, con l'uso del Lathi. Che cosa è il Lathi, è un bastone elastico che viene dispensato sulla testa, sulle gambe e sulle spalle del malcapitato, è una pratica comune ed accettata come correzione e pro-memoria per molti aspetti della vita sociale, che debba essere introdotto anche da noi?

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg