• Lino Rialti

I cinque fatti del giorno (23 luglio 2020)




1) Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scostamento di bilancio per 25 miliardi, la cosiddetta "manovrina d'estate". Questo scostamento, originariamente previsto per 20 miliardi, è salito di altri 5 dopo il ritorno del Premier Giuseppe Conte con la dote dei 209 miliardi europei. E così il nuovo conto porta il deficit in crescita di questi ulteriori 5 miliardi. All'ordine del giorno del Consiglio dei Ministri la proroga dell'emergenza Covid. L'opposizione va in ordine sparso con Matteo Salvini della lega che dice: "Lasciate parlare chi è maggioranza nel Paese" e affermando che i soldi europei arriveranno dopo che "saranno persi oltre un milione di posti di lavoro" quindi troppo tardi. Ma solo due giorni fa farneticava che i fondi europei non sarebbero mai arrivati. Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia che ammette che "Conte si è battuto per l'Italia" ma vuole vedere quando i denari arriveranno e come verranno spesi. Antonio Tajani di Forza Italia che invece si complimenta con Conte e sembra portare la sua fazione verso i lidi governativi. Intanto anche la maggioranza torna a discutere sul Mes, tanto che Conte è costretto ad affermare: "Mes? L'attenzione è morbosa, ora c'è il Recovery Fund" e chiosa, forse non ne avremo bisogno, strizzando l'occhio ai Cinquestelle.



2) Coronavirus in Italia: risalgono i contagi, sono 282 nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime sono invece in calo. Aumentano di 74 gli attualmente positivi, 197 in più i guariti. Solo tre regioni senza nuovi casi, diminuiscono le terapie intensive. Ancora il virus circola.



3) A Piacenza una Stazione dei Carabinieri è stata sequestrata, la prima volta nella storia dell'Arma e sono stati arrestati 7 Carabinieri, tra cui il Comandante che è agli arresti domiciliari. I reati sono stati definiti "impressionanti" dal pool investigativo.

Gravissimi i reati commessi e contestati, addirittura durante il lockdown ad uno spacciatore sarebbe stato rilasciato un permesso, da parte del Comandante della caserma incriminata, per andarsi a rifornire a Milano. I reati contestati andrebbero dallo spaccio, all'estorsione fino alla tortura. La tortura sarebbe servita per farsi consegnare droga dagli arrestati, fermati a volte anche arbitrariamente, droga che poi i militari rivendevano. Dalle intercettazioni conversazioni aberranti degli uomini infedeli dell'Arma dei carabinieri "Abbiamo fatto un'associazione a delinquere" si vantavano, pensandosi intoccabili. Queste indagini se da un lato gettano discredito su singoli soggetti, rincuorano, dimostrando che la macchina della Giustizia è sana e che queste non sono altro che poche mele marce in un cesto sano.



4) Si tratta di una vera e propria svolta nell'avanzamento della ricerca contro la Covid-19. Sono stati isolati dei "super anticorpi" che ad ora mostrano di essere i più efficaci contro il nuovo coronavirus, fra tutti quelli prelevati dai malati di Covid-19. Potrebbero potenzialmente essere prodotti si larga scala. La ricerca è dell'americana Lilly. Potrebbe essere un passo decisivo in attesa di un vaccino efficace.



5) Coronavirus nel mondo: è boom di casi in Romania e Spagna dove la pandemia non sembra arrestarsi nonostante la bella stagione e le temperature alte con la vita all'aria aperta. Intanto nel mondo sono stati superati i 15 milioni di infettati tanto da far dichiarare dall'Organizzazione Mondiale della sanità che abbiamo dei "Trend preoccupanti in Europa del sud e nei Balcani". E comunque negli Stati Uniti oltre mille morti in 24 ore non sembrano fermare Donald Trump che continua a dire boiate e chiede di riaprire le scuole mentre ad Hong Kong è stato disposto l'obbligo di mascherina nei luoghi pubblici al coperto per tentare di fermare i contagi.


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg