• Lino Rialti

I cinque fatti del giorno (30 luglio 2020)



1) Alla fine lo scostamento di bilancio da 25 miliardi è stato autorizzato dalle camere, i contrari solo quattro, l'opposizione si è astenuta. Ma il vulnus sembra il solito, non c'è accordo sulle poltrone delle Commissioni. Il premier Giuseppe Conte comunque commenta laconico: "E' andata bene", anche se a ben guardare si vede tutta la fragilità di questa maggioranza rabberciata dopo che Salvini aveva tolto la spina sperando di far saltare il banco ed invece, sinceramente anche per il bene del Paese, nonostante la differenza di posizioni, fino ad oggi è stato sempre possibile trovare la quadra e andare avanti anche senza tirare a campare ma prendendo provvedimenti coraggiosi e difficili come solo in un momento d'emergenza come questo, è necessario fare. Comunque il bubbone è scoppiato a causa dei rinnovi delle presidenze di commissione. Il ministro della Salute Roberto Speranza chiede un chiarimento dopo lo stop a Pietro Grasso, ex presidente del Senato e leader di Leu designato ad occupare la presidenza della commissione Giustizia che invece è andata al leghista Andrea Ostellari. Catello Vitiello (Italia Viva) si dimette da presidente della commissione Giustizia. Matteo Salvini non sta nella pelle e dichiara spavaldo: "Sono in frantumi" e "faremo ricorso alla Corte Costituzionale contro la proroga". Intanto il ministro dell'Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, analizzando i mercati e la situazione macroeconomica dimostra ottimismo e punta ad una ripresa duratura, anche grazie ai provvedimenti che si stanno mettendo in campo a favore delle aziende e dichiara che è "atteso un rimbalzo del 15%".



2) Coronavirus nel mondo: negli Usa 150.000 morti dall'inizio della pandemia, una ecatombe, è ad oggi la nazione più colpita, 21 gli stati dichiarati Zona Rossa. 1592 contagi nelle ultime 24 ore, il numero più alto da due mesi e mezzo, la pandemia in America sta ancora galoppando. In Spagna i nuovi contagi sono stati 1.153 nelle ultime 24 ore. Cinque i morti. E' il numero più alto dal 2 maggio, quando furono registrati 1.178 nuovi positivi. In Cina continua, purtroppo il trend in crescita ai massimi degli ultimi 4 mesi circa: le nuove infezioni si sono portate a 101 nel conteggio riferito a martedì annunciato oggi dalla Commissione sanitaria nazionale, in rialzo sui 68 di lunedì. Ad Hong Kong Il sistema ospedaliero rischia di "collassare" con l'impennata di casi. E'allarme lanciato dalla governatrice Carrie Lam che, invitando a restare a casa. Da oggi uso obbligatorio delle mascherine e sono stati chiusi i ristoranti. Sono più di 100 le infezioni ogni giorno, un mese fa erano sempre meno di 10. In Giappone per la prima volta il numero dei contagi giornalieri supera quota mille, situazione critica soprattutto nei grandi centri urbani, centinaia le infezioni nuove ogni giorno e l'età media che si è abbassata tra i 20 ed i 30 anni. In Libia, nelle ultime 24 ore, altri 190 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 3.017 il totale dei casi confermati nel Paese. I morti salgono a 67, i guariti a 579, e le persone attualmente positive da 2186 a 2371, con la maggior parte dei casi al Sud. Anche in Israele in virus corre, nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 2093 contagi, pari all' 8,3 % dei test compiuti. Il numero complessivo dei casi positivi è salito a 66.805. Le persone attualmente infette sono 33.618. Di esse 32.865 sono nelle proprie abitazioni o in appositi alberghi. Negli ospedali sono ricoverati 753 malati, 322 dei quali verso in condizioni gravi. Di essi 98 sono in rianimazione. I decessi sono stati 490. Ieri intanto il Commissario per la lotta al coronavirus Ronni Gamzu ha presentato un piano di emergenza chiamato 'Scudo di Israele' che prevede fra l'altro il ricorso alle strutture dell' esercito nel tentativo di spezzare in tempi rapidi la catena di contagio. La organizzazione delle unità militari richiederà a suo parere almeno due settimane, e altre due settimane saranno necessarie per vederne i primi effetti. In In Bulgaria nelle ultime 24 ore si sono registrati 250 nuovi contagi da coronavirus, con il totale salito a 10.871. Da ieri ci sono stati altri otto decessi, che portano a 355 il numero delle vittime. I pazienti in ospedale sono 699, dei quali 40 in terapia intensiva. I guariti sono stati finora 5.766. Sono 638 gli operatori sanitari contagiati dal virus. In Slovenia sono stati 14 i casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, che portano a 2.115 il totale dei contagi dall'inizio dell'epidemia. Non si sono registrate altre vittime, il cui numero resta a 117. I pazienti in ospedale sono 21, quattro dei quali in terapia intensiva. In Ucraina sono saliti a 1.022 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Ucraina nelle ultime 24 ore, un dato in aumento rispetto ai 919 nuovi casi di ieri e agli 807 di lunedì. Anche i test effettuati sono però aumentati: 14.939 ieri, 12.655 lunedì e 7.064 domenica. Il totale dei contagi accertati dall'inizio dell'epidemia sale così a 67.597. Nel corso dell'ultima giornata si registrano inoltre 21 decessi provocati dal virus Sars-Cov-2 che fanno salire a 1.650 il totale delle vittime in Ucraina. Infine in Colombia il Governo ha annunciato l'estensione della quarantena in vigore fino alla fine di agosto, con il mantenimento comunque delle misure di apertura di alcune attività economiche essenziali. Nelle ultime 24 ore il numero dei contagi è salito a 267.385 e quello dei morti ha raggiunto quota 9.074.



3) Coronavirus in Italia: salgono ancora i contagi, +289, le vittime sono 6. Aumentano i tamponi. Solo 2 regioni non registrano nuovi positivi, Umbria e Basilicata. Le vittime sono state 6 ( il giorno prima erano state 12). I tamponi effettuati sono stati 56.018, quasi 8 mila più del giorno precedente. Le persone attualmente positive in Italia sono 12.616 (+7), mentre le vittime da inizio epidemia salgono a 35.129. I casi totali di positività al coronavirus sono 246.776. I guariti sono 199.031 (+275). I pazienti in terapia intensiva sono ora 38, in calo di 2 unità. Sono 11.847 quelli in isolamento domiciliare (+27), 731 quelli ricoverati con sintomi (-18). In virus è in fase espansiva, proviamo a prendere precauzioni, distanziamento, mascherine e lavaggio delle mani.



4) Siamo sotto un'ondata di calore africano. Con temperature fino a 40 gradi, domani, venerdì 31 luglio, 10 città con bollino rosso: Roma, Bologna, Torino, Firenze, Campobasso, Pescara, Rieti, Frosinone, Bolzano e Perugia. Il peggio dovrebbe lasciarci già dai primi giorni della prossima settimana con l'arrivo di temporali al centro ed al nord, anche forti.



5) Sono stati trovati i 25 mila camici non consegnati alla Regione Lombardia, erano ancora nella sede della Dama Spa. Questi pezzi fanno parte della fornitura dei 75 mila camici che l'azienda del cognato del governatore della Lombardia Attilio Fontana ha tentato di trasformare da vendita a donazione dopo che Fontana gli deve aver fatto presente il presunto conflitto d'interesse. Fontana si deve essere sentito "smascherato" dopo il servizio realizzato dai giornalisti della trasmissione Rai Report che avevano acceso i riflettori sulla vicenda ed ha tentato da una parte di trasformare la vendita in donazione da oltre 500 mila euro, dall'altra, per quietare il cognato ha tentato di inviargli un bonifico da un conto svizzero da 250 mila euro, bonifico bloccato dal sistema di sicurezza interbancario antiriciclaggio. Dai primi riscontri della Gdf la partita dei 25 mila camici mancanti all'appello è completa. E ieri è stata sequestrata alla Dama spa. l camici, ora custoditi come corpo del reato in un magazzino nella disponibilità dell'autorità giudiziaria, costituiscono il lotto non consegnato della fornitura ad Aria, centrale d'acquisto della Regione Lombardia. Il reato contestato è frode in pubblica fornitura oltre ad altre ipotesi di reato anche più gravi sia per Fontana che per il cognato.





0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg