• Lino Rialti

I cinque fatti del giorno (4 agosto 2020)



Una pioggia battente per tutta la mattina, poi, quasi magicamente, il cielo si squarcia ed esce il sole: un arcobaleno collega ponente a levante, corona le due campate, quelle estreme del nuovo ponte di Genova il Ponte San Giorgio. Un abbraccio più che simbolico alla città, ai lavoratori che hanno realizzato questa struttura in tempo record, meno di due anni e soprattutto l'abbraccio ai parenti di quelle vittime, 43, che morirono per l'incuria e la trascuratezza di chi doveva custodire un bene così prezioso e non lo ha fatto. Quarantatré persone che, come ha detto un parente, nell'incontro prima della cerimonia, avvenuto tra il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed i parenti delle vittime, hanno pianto sotto quella pioggia un pianto di liberazione, che prima si è sciolto in gocce anche insistenti ma poi si è trasformato in un arcobaleno di speranza. Un ponte che come ha detto il progettista Renzo Piano, "dovrà durare più di mille anni" ma dovrà essere custodito costantemente, come avrebbe dovuto fare Aspi dei Benetton per il Morandi e non lo ha fatto, risultato: il crollo rovinoso e mortifero, ma ieri pomeriggio la rinascita.



Coronavirus negli Usa: il presidente Donald Trump finalmente cambia idea sulla mascherina ed afferma "i patrioti indossano la mascherina", ma poi aggiunge "Non amo metterla, ma abbiamo da guadagnarci". Trump ammette che "So che c'è stata qualche confusione intorno all'uso della mascherina, ma penso che sia qualcosa che tutti dobbiamo provare a fare quando non siamo in grado di mantenere la distanza sociale", certo meglio troppo tardi che mai, come si dice. E chiosa "potrebbe aiutarci a tornare al modo di vivere americano che molti di noi giustamente amavano prima di essere colpiti così terribilmente dal virus cinese. Il mio pensiero è che non abbiamo nulla da perdere e potenzialmente tutto da guadagnare". Un approccio pasticciato e sicuramente non all'altezza di un comandante in capo come dovrebbe essere, il risultato decine di migliaia di morti che potrebbero essere state evitate e di conseguenza il suo gradimento cola a picco.


Dopo il crollo dei consensi, dovuto all'inadeguatezza al comando, di cui il popolo americano sta cominciando a rendersene conto, per Trump il periodo appare buio anzi nero: la Procura di Manhattan lo indaga per frode bancaria, e si sa in America non si scherza con il fisco, la vicenda Al Capone docet! E questo a 90 giorni dalle elezioni presidenziali. Ne ha dato notizia il New York Times. Depositando nuovi atti per sollecitare Donald Trump a consegnare le dichiarazioni fiscali personali e aziendali degli ultimi otto anni, la procura di Manhattan ha lasciato intendere che sta indagando il presidente e la sua società' per una possibile frode bancaria e assicurativa. L'ufficio dell'attorney Cyrus Vance non ha identificato direttamente il focus dell'inchiesta ma ha scritto che "indiscusse" notizie di stampa dello scorso anno chiariscono che la procura ha una base legale per chiedere quei documenti. Trump non li vuole dare e tenta di giocare la carta dell'immunità per la carica presidenziale. Diciamo che potrebbe essere alle sue battute finali, la farsa è al termine, stanno uscendo i titoli di coda.



Coronavirus in Italia: anticorpi in 1,4 milioni di italiani, 6 volte in più della stima iniziale. Il ministro della Salute Roberto Speranza: "Il governo continuerà sulla linea della prudenza. Senza le misure il virus si sarebbe diffuso di più". Sono stati diffusi i primi dati della ricerca a livello nazionale sulla sieroprevalenza effettuata da Ministero della Salurte ed Istat. Sono un milione 482 mila le persone, il 2,5% della popolazione residente in famiglia, risultate con IgG positivo, che hanno cioè sviluppato gli anticorpi per il SarsCov2. Quelle che sono entrate in contatto con il virus sono dunque 6 volte di più rispetto al totale dei casi intercettati ufficialmente durante la pandemia attraverso l'identificazione dell'Rna virale.



Immigrazione: 50 migranti in fuga dal cpa di Porto Empedocle. A Lampedusa 8 sbarchi con 200 persone. Nell'hotspot 910 persone a fronte 95 posti disponibili. Intanto è arrivata in porto, a Porto, Empedocle la nave da crociera Azzurra sulla quale verrà effettuata la quarantena dei migranti che sbarcano nell'Agrigentino.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.