• Lino Rialti

I cinque fatti del giorno (7 agosto 2020)



Coronavirus in Italia: la fase 3 porta con se problemi ma adesso si staglia all'orizzonte un pericolo concreto, il trend dei casi è in aumento ed il famigerato e temutissimo indice Rt è sopra 1 in 12 Regioni italiane. Ieri i casi nuovi di contagio sono stati 402, anche se un paio di grossi focolai, da soli, hanno fatto raddoppiare il numero degli infetti, molti dei quali, asintomatici. Calano invece le vittime: sei i morti registrati rispetto ai 10 di mercoledì. L'epidemia ha fatto in Italia oltre 35mila morti. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, annuncia l'unità d'intenti con l'Ue: "siamo al lavoro per i contratti sul vaccino".



Dopo le due tremende esplosioni, a Beirut, tensioni e scontri tra la popolazione che dimostra contro il governo e la polizia che ha fatto uso anche di lacrimogeni sui dimostranti. La conta dei morti è arrivata a 137 e, nell'esplosione, è morta anche un'anziana italiana, 92 anni. Ieri il presidente francese Emanuel Macron ha visitato il luogo dell'esplosione, i manifestanti lo hanno pregato di "non inviare soldi al governo", definito "troppo corrotto". Il militare italiano ferito, intervistato dalla stampa ha ammesso: "siamo stati fortunati". Dicevamo del triste bilancio, 137 morti ed oltre 5mila feriti, ma ancora molte persone mancano all'appello. Ancora non si conoscono i numeri esatti ma oltre 300 mila sono gli sfollati, rimasti senza una casa o con la casa fortemente danneggiata. Dall'Italia è partito un convoglio umanitario, infatti dall'aeroporto di Brindisi sono partiti due velivoli militari carichi di materiale sanitario, attrezzature ed aiuti accompagnati da personale dei nuclei NBC , ora definito CBRN (Chimico Biologico Radiologico Nucleare) dell'Esercito Italiano e dei Vigili del Fuoco. Migliaia le persone, i volontari la gente tra le macerie per ripulire Beirut. Una tragedia della portata ancora ignota. Tutti arrestati i responsabili del porto, purtroppo un provvedimento tardivo, il disastro è già accaduto, un incidente che, sicuramente, poteva essere evitato.




La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato : "assumeremo oltre 84mila insegnanti". ed ha aggiunto "a tempo indeterminato. Ho avuto l'ok dal ministro Gualtieri". Così si tenta di scongiurare il sovraffollamento e le cosiddette "classi pollaio", rimane il problema delle strutture, non c'è tempo per fare molto, le classi sono quelle di sempre, l'edilizia scolastica deve ripartire, ma è un progetto a lungo termine. Intanto sta per essere varato un Help desk per gli insegnanti. E così, con il placet delle parti sociali è stato firmato il Protocollo per la riapertura delle scuole. Intesa ministero-sindacati anche sull'ingresso e sull'uscita: un solo genitore può accompagnare lo studente. Test sierologici gratis per docenti, ma su base volontaria.



Decreto Legge Agosto: sciolto il nodo sui licenziamenti ma è lite sul bonus consumi, infatti, servono soldi che è sempre più difficile trovare, oggi il consiglio dei ministri lavora sulla quadratura delle coperture. Comunque, se le aziende accederanno alla Cassa integrazione guadagni non potranno licenziare. Arriva la fiscalità di vantaggio per il Sud. Possibile proroga al 31 agosto dell'obbligo di indossare le mascherine di protezione personale.



Da ieri sera i cinque verbali del Comitato Tecnico scientifico che erano stati secretati, sono consultabili pubblicamente, sono on-line. Il ministro della Salute, Roberto Speranza: "li abbiamo inviati a chi li aveva richiesti". Infatti Palazzo Chigi ha inviato la documentazione secretata alla Fondazione Einaudi che l'ha resa consultabile. I documenti erano alla base dei Dpcm che hanno imposto , tra l'altro il lockdown. Con la loro pubblicazione, è stato così accolto l'appello che il presidente della Fondazione Einaudi, Giuseppe Benedetto, aveva rivolto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte di far prevalere informazione e trasparenza rispetto ad elementi di tale rilevanza per la vita dei cittadini italiani. La Fondazione Einaudi, ha ringraziato la presidenza del Consiglio dei Ministri per la sensibilità dimostrata. Due le letture. Per l'opposizione, il Governo ha fatto oltre il dovuto, nei verbali infatti si suggeriva di chiudere certe zone e non subito tutto il Paese, mettendo, inutilmente, in ginocchio l'economia e privando i cittadini della libertà. Per la maggioranza, il Governo ha fatto il bene del Paese, utilizzando il principio di precauzione. Basta vedere cosa è successo negli Usa per capire chi ha ragione.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg