• Lino Rialti

La scuola riparte: quando, dove e come...




La scuola, questa scuola, con tutti i suoi atavici, antichi problemi riparte. Da oggi coi corsi di recupero, il 7 le lezioni riprenderanno nelle scuole della Provincia Autonoma di Bolzano ma dal 3 le scuole dell'infanzia a Trento, poi il 14 Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, Valle d'Aosta, Veneto e Sicilia, in Toscana il 15, il 16 il Friuli Venezia Giulia, il 22 la Sardegna, 24 Puglia Calabria ed Abruzzo. Ancora non pochi i problemi legati all'applicazione delle linee guida ma lo scoglio principale è il trasporto scolastico. Autobus e scuolabus pieni all'80% e fino a capienza massima se il percorso è inferiore ai 15 minuti.



A scuola niente mascherina quando si può rispettare la distanza di un metro. Nella scuola primaria, "per favorire l'apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina può essere rimossa in condizione di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro e l'assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (ad esempio il canto). Lo indica il Comitato tecnico scientifico, in una nota. "Nella scuola secondaria, anche considerando una trasmissibilità analoga a quella degli adulti, la mascherina può essere rimossa in condizione di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro, l'assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (es. canto) e in situazione epidemiologica di bassa circolazione virale come definita dalla autorità sanitaria"



Quattro misure chiave la riduzione del rischio negli ambienti scolastici concordati tra il ministro della Salute, Roberto Speranza, ed i tecnici dell'Oms : norme di igiene base, distanziamento, politiche specifiche per bambini a rischio con esigenze di apprendimento o condizioni di salute speciali, nonché per docenti con condizioni di salute che li rendono vulnerabili a infezioni più gravi. Promossa la didattica online in particolari situazioni.


I banchi monoposto stanno arrivando e forse ce ne saranno abbastanza ma è corsa contro il tempo per l'adeguamento strutturale, ingrandire le aule per permettere il distanziamento del famigerato metro tra i ragazzi non sarà facile.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg