• Lino Rialti

Mattarella e l'idea del "Progetto Grisù"




Draghi accetta il mandato di Mattarella anche se resta la riserva... Piedi di piombo in una situazione molto agitata, potrebbe anche non riuscire nella formazione di una compagine per le forti resistenze dei Cinquestelle, così verrebbero a mancare i voti necessari, ed allora spunta l'ipotesi di coinvolgere Conte. Sarebbe inconsueto ma potrebbe essere risolutivo per convincere i M5s. Insomma salverebbe capre e cavoli. Conte, però, sembra aver declinato ma si vedrà, una nuova veste, quella di pompiere potrebbe stargli stretta.



E così, il Drago che è stato chiamato a spegnere l'incendio nel Palazzo, come il draghetto Grisù dei cartoni animati in voga qualche anno fa, vorrebbe fare il pompiere ma rischia, al primo errore di rinfocolare le fiamme. Renzi ha cosparso di mine tutto il perimetro parlamentare e Salvini e Meloni stanno spargendo benzina sul pavimento. L'esplosione di tutto non è una ipotesi remota.





In gioco la situazione emergenziale sanitaria ed economico-sociale. E così ha fatto sapere di avere priorità assolute: "lotta al virus, vaccinazioni, rilancio dell'Italia" sulle quali Draghi vorrebbe fondare il collante di una ampia compagine che per il momento sembra non esserci. Intanto Super Mario, il nostro Grisù, ha incontrato il presidenti di Camera e Senato e poi si è riservato un lungo meeting, come direbbe lui nel suo inglese, con Conte. Riunione blindatissima e a due, due soli, indiscrezioni: zero. La puzza di bruciato è forte nelle stanze del palazzo.



Già oggi pomeriggio Draghi comincerà gli incontri, "molto ampi" che includeranno anche le parti sociali. Conte si è arroccato, da ieri sera, a Città della Pieve, in Umbria.



Ovviamente l'opposizione, con Salvini in testa, soffia sul fuoco ed urla: "Serve un governo politico, basta tecnici", smentendo affermazioni fatte poche ore prima sempre da lui stesso quando mostrava la sua versione soft, tanto oggigiorno si può dire tutto ed il suo contrario, la memoria collettiva è inesistente, sembra.



I Cinquestelle stanno valutando l'ipotesi di consultazioni allargate alla base da tenersi in streaming sulla piattaforma Rousseau, lo ha fatto sapere il capo politico Crimi che è uno dei pompieri aiutanti in campo.



Intanto Draghi ha ringraziato pubblicamente il presidente Mattarella per la "fiducia che mi ha voluto accordare in un momento così difficile" ed ha ricordato che "abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell'Ue, abbiamo la possibilità" di fare "con uno sguardo attento alle future generazioni e alla coesione sociale". Poi ancora: "La consapevolezza dell'emergenza richiede risposte all'altezza della situazione e con questa speranza che rispondo all'appello" di Mattarella. "Sono fiducioso - ha aggiunto - che dal confronto con i partiti, con i gruppi parlamentari e le forze sociali emerga unità e capacità di dare una risposta responsabile".



Ieri i mercati italiani hanno festeggiato lo spiraglio offerto da Draghi, primi in Europa, con un chiusura a +2,09%, e poi i Futures hanno volato e lo spread è sceso fino a quota 105 punti. Questa la fiducia che i mercati hanno in Super Mario, detto Grisù. Ma egoismi, personalismi e i tornaconto di alcuni politici che guadagnano quando tutto va in vacca, potrebbero far naufragare il "Progetto Grisù".

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg