• Lino Rialti

Perugia e Cagliari le città più calde d'Italia



Almeno speriamo che serva a contenere, se non ammazzare, il Coronavirus: è il caldo, quello vero, l'Africano, dal nome dell'anticiclone che si sposta, sopra le nostre teste, dal continente a sud del nostro.


Già in queste ore, della prima mattina, si sente intenso e persistente. Il tasso d'umidità, poi crea il resto dei disagi.


Le temperature toccheranno i 40 gradi, le città meno colpite saranno attorno ai 34. E iniziano i bollettini del ministero della Salute: allerta rossa oggi e domani per Campobasso e Perugia. Allerta arancione in altre quattro città: Cagliari, Frosinone, Palermo e Pescara.


I temporali, soprattutto pomeridiani, quelli scatenati dall'incontro di masse d'aria calda con altre più fresche, si fermeranno sulle Alpi ma potranno prolungarsi, anche a spot, in alcune zone, a ridosso della catena montuosa, di Lombardia e Veneto.


L’aria fresca, proveniente dal nord Europa, dovrebbe fare capolino nel fine settimana, venerdì pomeriggio, sabato e domenica e dovrebbe attraversare la penisola da nord a sud. Inizierà dal nord con piogge e temporali, tra sabato e domenica arriverà in Umbria Marche e Abruzzo. Col passaggio della perturbazione le temperature subiranno un brusco calo. Il sud della penisola non dovrebbe essere colpito da fenomeni temporaleschi.


Entro domenica il sole dovrebbe tornare a splendere e le temperatura a risalire. Il sud Italia non dovrebbe essere interessato dal maltempo ma dovrebbe comunque godere di un certo abbassamento delle temperature.





9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.