• Lino Rialti

Rolling Stones: Trump non usare le nostre canzoni



E' proprio il caso di dirlo: "Tu non puoi sempre avere tutto quello che vuoi", a dirlo sono proprio I Rolling Stones che hanno messo in guardia Donald Trump, il motivo? Deve smettere subito di usare i loro pezzi per le sue convention.


L'ultimo pezzo che Trump ha usato a Tulsa, appunto "You can't always get what you want", tradotto, "tu non puoi sempre avere tutto quello che vuoi", è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I Rolling Stones, sono furiosi, già avevano chiesto a Trump, dal 2006 di non usare i loro brani, ma lui imperterrito lo ha fatto, ora addirittura ha usato questo pezzo dal titolo proprio contrario a quello che il magnate è abituato a fare.


Ora che la misurura è colma, i Rolling Stones, hanno dato mandato ad un team di avvocati di contattare l'agenzia che si occupa dei diritti musicali, la Bmi, per bloccare lo sfruttamento non autorizzato della loro musica dopo che precedenti "richieste sono state ignorate".


Mick Jagger, leader da sempre dei Rolling Stones non è l'unica rockstar ad aver interdetto Trump dall'uso delle canzoni. Le campagne d'odio non pagano, almeno tra i musicisti.



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.