• Lino Rialti

Toccare il cielo con un dito: il sogno di chi scappa



San Valentino quest'anno è freddo, climaticamente e per le esigenze dettate dalla pandemia. Niente celebrazioni, viaggi romantici e cenette a lume di candela al ristorate. Ma resta sempre un punto fermo nel calendario dove ricordare, celebrare, un sentimento nobile, rarefatto ma tangibilissimo: l'amore.


Dante Alighieri conosceva bene quel sentimento tanto da coniare verbi che completassero quello esistente di amare. Ed allora la creazione di imparadisare. La trasfigurazione condensata del concetto sempre dantesco di "toccare il cielo con un dito" unito al concetto ancor più elevato di avvicinare gli imparadisati "alla contemplazione del paradiso".



Bene, anche oggi ci sono persone che per toccare il cielo con un dito, per sperare di poter un giorno imparadisarsi, sfidano i venti gelidi su gommoni e barchette che vengono sbattute dal mare in tempesta. Rischiano la loro vita nella speranza di poterne avere una migliore e magari così poter celebrare l'amore. Buon San Valentino a tutti.



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

IMG-9934.jpg