• Lino Rialti

Trovata variante inglese in un gatto



E' stata isolata per la prima volta la variante inglese in un gatto domestico e che vive in casa con la famiglia. L'insorgenza dieci giorni dopo l'isolamento domiciliare dei padroni in quarantena domiciliare.

La diagnosi è stata effettuata dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte Liguria e Valle d'Aosta "su un felino maschio di 8 anni che vive nel novarese in un contesto domestico" come hanno riferito dal laboratorio pubblico.


Il gatto è sintomatico e per questo è stato sottoposto alle prove analitiche. I sintomi sono respiratori e sono comparsi una decina di giorni dopo l'insorgenza della malattia e l'isolamento domiciliare dei suoi padroni. "Questa diagnosi e l'identificazione della variante inglese - dichiara il direttore dell''Istituto, Angelo Ferrari - dimostrano quanto il sistema dei controlli e la gestione integrata della pandemia siano efficaci e pronti ad agire tempestivamente".

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Chi sono

Mi interesso di tutto e scrivo da sempre. Difficilmente non ho un'opinione su di un argomento. Sono iscritto da quasi trent'anni all'Ordine dei giornalisti.

  • Twitter Black Round

© 2023 la riproduzione, anche parziale, è riservata

La collaborazione a La Mollica è da intendersi gratuita e senza alcun corrispettivo salvo accordi scritti preventivamente pattuiti.